INTRANET
Username:

Password:




Primo piano

DOMENICO FALCONE INSIGNITO DELLA “STELLA AL MERITO DEL LAVORO”

DOMENICO FALCONE INSIGNITO DELLA “STELLA AL MERITO DEL LAVORO”



Il primo maggio scorso si è svolta a L’Aquila - alla presenza del Prefetto Francesco Alecci, del Sindaco Massimo Cialente e di numerose altre autorità militari, religiose e civili - la cerimonia di consegna della “Stella al Merito del Lavoro”, il prestigioso riconoscimento con cui vengono insigniti annualmente personalità che si siano particolarmente distinte, nel corso della loro attività lavorativa almeno venticinquennale, per chiari meriti di perizia, laboriosità e condotta morale. La Confederazione Italiana Agricoltori d’Abruzzo è orgogliosa che tra i diciannove neo “Maestri del Lavoro” della nostra regione sia stato annoverato uno dei propri massimi dirigenti di sempre, Domenico Falcone. Per chi lo conosce, la fresca onorificenza conferitagli non costituisce una sorpresa, ed anzi appare come il meritato premio ad una carriera brillantissima, tutta basata sull’impegno instancabile e sulla dedizione assoluta rivolti al continuo miglioramento della Confederazione Italiana Agricoltori ed alla ricerca delle migliori soluzioni possibili per le problematiche del mondo agricolo. Domenico Falcone ha evidenziato le sue notevoli qualità in tutte le fasi della vita lavorativa, dapprima nell’Unione Coltivatori Italiani, dal 1974 al 1977, quindi nella Confederazione Italiana Coltivatori modificatasi infine in Confederazione Italiana Agricoltori. La sua passione, le capacità di intessere relazioni, le qualità di mediazione, la fermezza nei princìpi, la rettitudine morale e la trasparenza nei comportamenti, hanno fatto in modo che Domenico Falcone fosse apprezzato e stimato sia dagli agricoltori, per i quali è stato sempre un punto di riferimento, sia nelle Istituzioni e negli Enti in cui è stato chiamato a rappresentare gli interessi di settore e, più in generale, dell’intera collettività; si può affermare senza tema di smentita che, nel corso della sua vita professionale, egli abbia contribuito - tramite il proprio fattivo contributo di idee e con la coerenza dei comportamenti - allo sviluppo ed al progresso della società abruzzese. La stessa C.I.A., e prima ancora la C.I.C., in cui per lunghissimi anni Domenico Falcone ha ricoperto ruoli apicali di gestione e di rappresentanza, fino al ruolo di Presidente regionale svolto da marzo 1998 a febbraio 2014, deve in larga parte il progressivo radicamento nella società e fra gli agricoltori - nonché il rafforzamento strutturale e l’attuale rilevante quota di rappresentatività del mondo agricolo - alla sua capacità di governo e di coinvolgimento dei collaboratori, sempre contraddistinta da trasparenza e serietà. L’apertura al dialogo e al confronto, oltre che la costante attenzione alle innovazioni di metodi e processi, grazie a Domenico Falcone sono oggi patrimonio prezioso di tutta la Confederazione; ecco perché il Presidente regionale Mauro Di Zio vuole esprimergli, a nome di tutta la C.I.A. d’Abruzzo, la grande soddisfazione ed i rallegramenti più sinceri per il meritato riconoscimento. Oltre che “Maestro del Lavoro”, titolo onorifico di cui dal primo maggio scorso può legittimamente fregiarsi, per tutta la C.I.A. d’Abruzzo, e non solo, Domenico Falcone è maestro di comportamento. Congratulazioni, caro Mimmo.


News pubblicata da: regionale

Altre foto

DOMENICO FALCONE INSIGNITO DELLA “STELLA AL MERITO DEL LAVORO”

Torna indietro

Sistema CIA