INTRANET
Username:

Password:




Primo piano

Comunicato del Presidente Di Zio.

Comunicato del Presidente Di Zio.

Attività di controllo cinghiali. Apprezzamento della Cia d’Abruzzo.

La Confederazione Italiana Agricoltori d’Abruzzo esprime consenso e apprezzamento ai contenuti della Delibera di Giunta Regionale, dello scorso 29 marzo, con la quale sono state dettate le linee per le attività di controllo delle popolazioni di cinghiali per il triennio 2018/2020.
Il Presidente Di Zio, sottolinea come, dopo un anno di totale assenza delle operazioni di controllo, anche per la Provincia di Pescara dette azioni ripartiranno grazie all’intervento dei volontari e sollecita, nel contempo, gli ATC che non lo avessero ancora fatto, di attivare il servizio di abbattimento a chiamata risultato, laddove effettuato, particolarmente utile per la soluzione di situazioni di emergenza.
Il Piano, pur negli spazi ancora limitati che la normativa nazionale offre, cerca di definire compiti, responsabilità e attività tese alla limitazione della presenza di ungulati nelle aree non vocate ed a quelle di ripopolamento e cattura e quindi alla diminuzione dei danni subiti dalle imprese agricole.
Di Zio sostiene che sono importanti il prolungamento del periodo di caccia, le attività di selezione e controllo, ma ritiene che siano altre le iniziative per una corretta e condivisa gestione del territorio e della fauna selvatica. A partire dalla revisione della normativa nazionale che disciplina l’attività venatoria così come ritiene necessario un pieno e responsabile coinvolgimento degli enti gestori delle aree protette in una politica complessiva di difesa attiva del territorio senza dimenticare il tema del “de minimis” per gli indennizzi agli agricoltori che hanno subito danni da fauna selvatica non protetta nelle aree esterne a quelle dei Parchi e delle Riserve, oggi assurdamente legati a massimali incompatibili con la realtà delle cose. 
La Cia ricorda come tra le azioni che creano utilità al mondo agricolo ci sia lo sviluppo della filiera della carne di selvaggina abbattuta o catturata. In tal senso la CIA è stata protagonista della costituzione di un partenariato, assieme a agricoltori, macellatori e cinque Ambiti Territoriali di Caccia, ed ha presentato un progetto, ritenuto valido nella prima fase d’esame, per l’utilizzo delle risorse della Misura 16.4 per le micro filiere.  A tale proposto la Cia sollecita l’Assessore Pepe a far si’ che si provveda celermente alla pubblicazione dei Bandi per l’attivazione delle risorse 

In allegato la lettera del Presidente Di Zio.


Allegato: Apri allegato da qui

News pubblicata da: regionale

Torna indietro

Sistema CIA